La via dell’accoglienza

È un invito all’accoglienza il primo messaggio di papa Francesco, arrivato questo pomeriggio a Cracovia in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù. Nel cortile del Wawel, la collina su cui sorgono il castello e la cattedrale di Cracovia, il papa ha incontrato il presidente della Repubblica, Andrzej Duda, le autorità, la società civile e i membri del Corpo Diplomatico. Il complesso fenomeno migratorio, ha detto rispondendo all’indirizzo di saluto del Capo di Stato, richiede “un supplemento di saggezza e di misericordia, per superare le paure e realizzare il maggior bene”. Se da un lato “occorre individuare le cause dell’emigrazione dalla Polonia, facilitando quanti vogliono ritornare”, dall’altro serve “la disponibilità ad accogliere quanti fuggono dalle guerre e dalla fame; la solidarietà verso coloro che sono privati dei loro fondamentali diritti, tra i quali quello di professare in libertà e sicurezza la propria fede”.

Nella suggestiva cornice della collina che domina riva sinistra della Vistola, il pontefice ha sottolineato la necessità di “collaborazioni e sinergie a livello internazionale al fine di trovare soluzioni ai conflitti e alle guerre, che costringono tante persone a lasciare le loro case e la loro patria”. “Si tratta – ha aggiunto – di fare il possibile per alleviare le loro sofferenze, senza stancarsi di operare con intelligenza e continuità per la giustizia e la pace, testimoniando nei fatti i valori umani e cristiani”.
Al suo arrivo, papa Francesco è stato salutato dai cori, dagli applausi e dai flash dei tantissimi ragazzi che lo hanno atteso lungo la strada. Nel suo intervento ha ricordato che “la vita va sempre accolta e tutelata”. “Entrambe le cose insieme: accolta e tutelata – ha precisato – dal concepimento alla morte naturale, e tutti siamo chiamati a rispettarla e ad averne cura”. “Allo Stato, alla Chiesa e alla società – ha concluso – compete di accompagnare e aiutare concretamente chiunque si trovi in situazioni di grave difficoltà, affinché un figlio non venga mai sentito come un peso ma come un dono, e le persone più fragili e povere non siano abbandonate”.
Al termine di questo primo appuntamento, papa Francesco si è spostato all’interno della Cattedrale per incontrare e dialogare con i Vescovi polacchi.

Il testo del discorso del Papa

Guarda anche

31 maggio 2017
Verso il Sinodo dei Giovani
...
Leggi tutto
22 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di Pastorale Giovanile
...
Leggi tutto
22 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di pastorale giovanile
...
Leggi tutto
21 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di pastorale giovanile
...
Leggi tutto

GMG 2016

Iscrizioni

Con il primo click di Papa Francesco, il sistema di iscrizione - creato in collaborazione con il Pontificio Consiglio dei Laici e la Conferenza Episcopale Italiana - ha aperto i battenti. Qui trovate tutte le informazioni su pacchetti e costi.

Leggi tutto

GMG 2016

La prossima GMG è alle porte: l’appuntamento è a Cracovia dal 25 al 31 luglio 2016. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù è racchiuso nelle parole “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5,7).

Leggi tutto

Sussidi

La GMG non è solo un evento da vivere in loco, ma l’occasione di camminare insieme e, lungo questo cammino, riflettere su quello che ci aspetta, su quanto vedremo e toccheremo con mano e su ciò che ci porteremo a casa una volta tornati.

Leggi tutto

#gmg2016

12/08/2018 08:02
RT @CEI_news: #12agosto #BuonaDomenica #SiamoQui
L'omelia del cardinale Gualtiero Bassetti durante la Messa a #PiazzaSanPietro al culmine…
12/08/2018 06:11
RT @CEI_news: #CEinews #11agosto #CircoMassimo

il racconto di un pomeriggio indimenticabile: l'incontro tra #PapaFrancesco e i giovani ne…

in diretta

News

CHIUDI