Nell’abbraccio

Catechesi_2

Non c’è domenica senza venerdì. Non può che essere questa la frase che echeggia e guida la giornata del 29 luglio, qui in Polonia, mentre papa Francesco, in un silenzio capace di spiegare più di ogni parola, durante la Gmg compie la sua Via Crucis ad Auschwitz e i giovani, nella chiesa di Sulkowice, provano a capire “come si diventa strumenti di misericordia”. Lo fanno, oggi, con un catechista d’eccezione, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana. Sullo sfondo, il ricordo di una storia, quella dell’Olocausto, che ha lasciato segni indelebili nei racconti di quanti si sono resi con il proprio martirio nei lager, autentici testimoni della croce.

Una croce che tuttora l’umanità vive in questo tempo di sangue e terrore. Un confronto intenso su temi scomodi, impegnativi e intrinsecamente connessi alla misericordia: perdono, memoria, preghiera. Poi, il riferimento alla giustizia, che ugualmente rappresenta un valore cardine in questo Anno Santo, assieme alla carità. “Bisogna operare per la giustizia ed impegnarsi, in prima persona, responsabilmente, anche nell’attività politica per costruire la società del domani”, ha spiegato il porporato. Sono poi le “piaghe della modernità, dall’eutanasia all’aborto, all’utero in affitto” il cuore dell’interrogativo con cui un giovane interpella Bagnasco che non nasconde la realtà dei fatti e avverte: “Viviamo in un’immensa bolla di bugie e queste aberrazioni, addirittura regolarizzate dalle leggi, vengono considerate come atti di amore. Il male, ormai, si confonde con il bene. Ecco la grande menzogna che tutti respiriamo: per voi sarà più difficile affrontare il futuro ma dovete avere il coraggio di dire che questo è sbagliato”. Infine, il benevolo suggerimento ai giovani per proseguire con ottimismo il cammino di credenti. “Di fronte all’incostanza dei sentimenti e agli umori ballerini del giorno – chiosa Bagnasco – occorre fare una vera e propria ginnastica spirituale. Senza timore alcuno, perché la misericordia è l’amore del Padre che si fa fedeltà, tenerezza, e fecondità: se ci riconosciamo in questo abbraccio, allora sì che sapremo essere veri volti misericordiosi”.

(Francesca Cipolloni)

Guarda anche

31 maggio 2017
Verso il Sinodo dei Giovani
...
Leggi tutto
22 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di Pastorale Giovanile
...
Leggi tutto
22 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di pastorale giovanile
...
Leggi tutto
21 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di pastorale giovanile
...
Leggi tutto

GMG 2016

Iscrizioni

Con il primo click di Papa Francesco, il sistema di iscrizione - creato in collaborazione con il Pontificio Consiglio dei Laici e la Conferenza Episcopale Italiana - ha aperto i battenti. Qui trovate tutte le informazioni su pacchetti e costi.

Leggi tutto

GMG 2016

La prossima GMG è alle porte: l’appuntamento è a Cracovia dal 25 al 31 luglio 2016. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù è racchiuso nelle parole “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5,7).

Leggi tutto

Sussidi

La GMG non è solo un evento da vivere in loco, ma l’occasione di camminare insieme e, lungo questo cammino, riflettere su quello che ci aspetta, su quanto vedremo e toccheremo con mano e su ciò che ci porteremo a casa una volta tornati.

Leggi tutto

#gmg2016

12/08/2018 08:02
RT @CEI_news: #12agosto #BuonaDomenica #SiamoQui
L'omelia del cardinale Gualtiero Bassetti durante la Messa a #PiazzaSanPietro al culmine…
12/08/2018 06:11
RT @CEI_news: #CEinews #11agosto #CircoMassimo

il racconto di un pomeriggio indimenticabile: l'incontro tra #PapaFrancesco e i giovani ne…

in diretta

News

CHIUDI