Senza misura

Betori

Come posso perdonare me stesso? E vincere i miei rancori? E convivere con altri fuori dal mio giro? E cos’è, alla fine, davvero, la misericordia? Metteteli davanti a un maestro credibile, lasciateli parlare con libertà, e scoprirete che le domande più profonde dei giovani somigliano a quelle adulte, solo più sincere e meno furbe. L’esperienza di catechesi del cardinale Giuseppe Betori con 300 giovani della diocesi di Vicenza è una serena e franca conversazione sulla fede che si avverte fragile quando è sfidata dalle questioni di oggi. Siamo nella parrocchia di Santa Rafala a Kliny-Zacisze, nuovo insediamento urbano per famiglie giovani a dieci chilometri dal centro di Cracovia. L’ospitalità per gli italiani, qui come ovunque, è commovente. Si capisce perché la maggior parte delle domande dei ragazzi all’arcivescovo di Firenze si concentri sull’accettazione dell’altro, e di sé: “Non sei tu la misura della misericordia – spiega Betori a Elisa – ma Dio, che ci ama come siamo. Non è un’opinione, è un fatto, che sta appeso su una croce e si chiama Gesù. Dipende tutto dal suo amore, non dalla mia capacità di amare”. In un silenzio sospeso arriva la riflessione sulla cronaca: “I ragazzi che hanno sgozzato il prete francese avevano la vostra età. È la follia che torna a lacerare l’umanità, come già accaduto qui vicino, ad Auschwitz. Ma se l’uomo è così indegno, come può avere un futuro? Se guardo me stesso, non c’è speranza. Se guardo Dio in croce, vedo la certezza di un amore che si è consumato per tutti, senza distinguere”. E a Paolo che gli chiede come vincere l’ostilità o l’indifferenza per altri “troppo altri” da noi, il cardinale risponde che “tutto dipende dalla nostra reale volontà di uscire da noi stessi, come il samaritano. Chi è il mio prossimo? Le ragioni umanitarie non bastano ad abbracciare chi non sembra meritare il mio interessamento”. La risposta però, ancora una volta, “non sono io: è Dio. È solo lui che sa come si amano gli altri, solo lui ce lo può rivelare, perché la filiazione nei suoi confronti diventi fraternità”.

(Francesco Ognibene)

Guarda anche

31 maggio 2017
Verso il Sinodo dei Giovani
...
Leggi tutto
22 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di Pastorale Giovanile
...
Leggi tutto
22 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di pastorale giovanile
...
Leggi tutto
21 febbraio 2017
XV Convegno nazionale di pastorale giovanile
...
Leggi tutto

GMG 2016

Iscrizioni

Con il primo click di Papa Francesco, il sistema di iscrizione - creato in collaborazione con il Pontificio Consiglio dei Laici e la Conferenza Episcopale Italiana - ha aperto i battenti. Qui trovate tutte le informazioni su pacchetti e costi.

Leggi tutto

GMG 2016

La prossima GMG è alle porte: l’appuntamento è a Cracovia dal 25 al 31 luglio 2016. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù è racchiuso nelle parole “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5,7).

Leggi tutto

Sussidi

La GMG non è solo un evento da vivere in loco, ma l’occasione di camminare insieme e, lungo questo cammino, riflettere su quello che ci aspetta, su quanto vedremo e toccheremo con mano e su ciò che ci porteremo a casa una volta tornati.

Leggi tutto

#gmg2016

12/08/2018 08:02
RT @CEI_news: #12agosto #BuonaDomenica #SiamoQui
L'omelia del cardinale Gualtiero Bassetti durante la Messa a #PiazzaSanPietro al culmine…
12/08/2018 06:11
RT @CEI_news: #CEinews #11agosto #CircoMassimo

il racconto di un pomeriggio indimenticabile: l'incontro tra #PapaFrancesco e i giovani ne…

in diretta

News

CHIUDI